News

Spazi, incontri, formazione. Il versante professionale di Più libri

11 novembre 2019

Un nuovo nucleo della fiera aveva preso forma nell’edizione 2018 di Più libri più liberi. Accanto a quello espositivo, la suggestiva architettura de La Nuvola aveva permesso la creazione di un polo altrettanto connotato nel layout e nell’organizzazione degli spazi. Un polo business e professionale, ideato e gestito direttamente dall’Associazione Italiana Editori in collaborazione con Aldus, la rete europea delle fiere del libro coordinata da AIE e co-finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa.

Quest’anno il polo business e professionale conferma la sua presenza e la sua centralità con un’area organica di 500 mq, composta dal Business Centre al Piano Forum de La Nuvola, dal Rights Centre al Livello N5 (mercoledì 4 e giovedì 5) e, venerdì 6, sempre al Livello N5, l’Area Book Influencer, che ospiterà un innovativo progetto con protagonisti editori e i nuovi attori della comunicazione editoriale. L’obiettivo è di accrescere l’importanza che le attività professionali (convegni, servizi alle aziende, incontri b2b) hanno per gli operatori italiani e stranieri, seguendo una delle vocazioni costitutive della fiera: essere un punto di riferimento, di aggiornamento, di dibattito per gli addetti ai lavori. Anche progettando momenti formativi professionali pre fiera per preparare gli operatori agli eventi, come un corso sugli Strumenti della Business Intelligence per la gestione dell’impresa e un webinar preparatorio al progetto book influencer sviluppato poi in fiera.

Nella Sala Aldus (circa 40 posti) del Business Centre si concentrano gli appuntamenti del programma professionale curato e organizzato da AIE e le presentazioni delle aziende iscritte al Club B2B.
Allestito accanto alla Lounge – un ambiente informale dove prendersi una pausa o fissare appuntamenti, riservato a espositori, stampa e relatori – il Club B2B è il luogo ideale per l’incontro frontale tra i singoli editori e le aziende iscritte: distributori, promotori editoriali, traduttori, ma anche stampatori e società di servizi digitali e di marketing editoriale.

Per il 2019 Più libri ha confermato un percorso di valorizzazione del consueto programma di scambi di diritti per incentivare la crescente internazionalizzazione della piccola editoria in fiera.
Nei giorni 4 e 5 dicembre sarà in funzione il Rights Centre per gli usuali appuntamenti B2B per lo scambio dei diritti con 38 operatori stranieri provenienti da 19 Paesi – Brasile, Canada, Croazia, Francia, Germania, Lettonia, Lituania, Olanda, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Turchia, Ucraina – e un operatore italiano. Nel Rights Centre, rinnovato e allestito nel cuore de La Nuvola al livello N5, lo spazio più affascinante ed esclusivo del centro espositivo, gli editori e agenti stranieri potranno conoscere il meglio della produzione editoriale della piccola e media editoria italiana da tradurre nei propri Paesi.
Un gruppo ristretto di 8 operatori stranieri sarà inoltre coinvolto il 2 e 3 dicembre in un programma di visite a case editrici e librerie per un Fellowship Program che quest’anno avrà il focus sulla narrativa per adulti per lasciare spazio, nelle edizioni future, ad altri segmenti editoriali.

Il Rights Centre e il Fellowship Program rientrano nel progetto europeo Aldus e sono realizzate grazie anche all’intervento di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e della Regione Lazio per il tramite di Lazio Innova.

Venerdì 6 dicembre, poi, prende vita l’Area Book Influencer: ai tavolini del Livello N5 nascerà una nuova area di servizio per gli editori presenti a Più libri più liberi. Forse qualcosa di più: un progetto di crescita di skill professionali per gli editori, legate all’uso e alla conoscenza delle nuove forme di comunicazione verso cui sempre più il lettore va orientandosi.

Cominciato nella scorsa edizione con un numero «0» di grande successo, il progetto che avvicina e crea relazioni fra editori e book influencer viene rinnovato, nel 2019, in una serie articolata di nuove iniziative. Dopo un corso tenuto a fine maggio per far conoscere l’influencer marketing editoriale, il progetto prevede un webinar, alla fine di novembre, per illustrare ai professionisti del libro le competenze necessarie per interfacciarsi con questo nuovo mondo della comunicazione; e, in preparazione alla fiera, la redazione, da parte di AIE, di un’agenda di incontri fra editori e i maggiori book influencer italiani; il progetto si concretizzerà nella giornata e nell’area dedicata, il venerdì.

Nell’Area Book Influencer, al livello N5, saranno presenti una decina di bookblogger, booktuber, bookstagrammer italiani, che svolgeranno una serie di incontri one-to-one, della durata di 15 minuti ciascuno, con gli editori iscritti in agenda, che avranno l’occasione di presentare con un pitch il proprio libro o autore di punta e il loro catalogo; una giornata e un luogo dedicato, quindi, per discutere di strategie di comunicazione ed editoriali, e per fare rete.
Quella di Più libri più liberi, quest’anno, diventa una riorganizzazione spaziale che coincide con un’evoluzione del format fiera: non più solo momento espositivo, ma anche occasione per valorizzare gli spazi e il palinsesto dedicati ai professionisti del settore, creando uno spazio che sia luogo di conoscenza delle innovazioni che attraversano il settore, scambio e dialogo tra gli editori, le aziende della filiera, il pubblico professionale.
Luogo che, anche quest’anno, è la «casa di AIE» a Più libri più liberi.

 

di Giovanni Peresson


Questo è un articolo della newsletter di Più libri più liberi a cura del Giornale della Libreria, per consultarla clicca qui.

Archivio news

5 dicembre

Più libri più liberi. Il programma professionale e business di venerdì 6

Il programma professionale del terzo giorno di fiera si apre con un importante focus sulla vendita dei diritti.

Leggi tutto
5 dicembre

Per voi in fiera: 5 dicembre

Scopri gli incontri del 5 dicembre in Fiera!

Leggi tutto
29 novembre

La fotografia alla diciottesima edizione della fiera

L'arena The Photo/Book Cloud è uno spazio dedicato alla fotografia e ai fotolibri all’interno della manifestazione

Leggi tutto
29 novembre

Il programma ragazzi di #Piùlibri19

Cresce una delle sezioni più longeve della Fiera: quella dedicata ai libri per ragazzi, tra i settori più vivaci del m...

Leggi tutto

La fiera

Più libri più liberi è la fiera di Roma dedicata esclusivamente all'editoria indipendente: cinque giornate dove scoprire le novità e i cataloghi di oltre 500 editori, incontrare autori, assistere a performance musicali, reading e dibattiti. Un'occasione da non perdere per lettori e addetti ai lavori.

Scopri di più

Promossa da

Sostenuta da

Con il contributo di

In collaborazione con

Main Media Partner

Sponsor tecnico

AIE è anche